STATISTICHE DEL SITO

Visite agli articoli
237075

Login Form

ASSEMBLEA STRAORDINARIA CLUB UNESCO
e

Consiglio Esecutivo e Convegno Internazionale  “Il linguaggio universale della musica e dell’arte per un’etica globale”
della Federazione mondiale dei club, centri  UNESCO  WFUCA

LUCCA 8- 12 marzo2013

 img 0677 2

 

L’Assemblea Straordinaria

Era stata convocata per effettuare una revisione dello Statuto secondo le proposte inviate da 9 Club.

Alle ore 16,00 Maria Luisa Stringa apre la riunione rilevando che la numerosa partecipazione è indice della vitalità della FICLU e presentando il lavoro della Commissione che aveva elaborato un quadro sinottico rappresentante le diverse alternative su cui si sarebbe dovuto votare. Si usa il condizionale perché in realtà la prima parte della riunione è stata dedicata ad analizzare le differenti mozioni: validità delle deleghe presentate, validità della convocazione dell’assemblea a breve distanza dall’Assemblea ordinaria  con la conseguente elezione del Presidente della FICLU. Dopo numerosi interventi si è votato positivamente sulla validità dell’Assemblea Straordinaria e solo alle 18,00 si è iniziato a entrare nel merito delle proposte con la conseguente impossibilità di votare su tutti gli emendamenti previsti fermandoci all’art. 7. Non è stato possibile riprendere l’assemblea il giorno dopo per ostacoli procedurali. In pratica si sono definiti due modifiche rilevanti:

-La creazione della Sede  Operativa, Amministrativa e Archivio. Si è inoltre deliberato che il  prossimo CD  stabilisca che sia a Lucca, ove il Comune offre gratuitamente i locali nella prestigioso palazzo Guinigi.
-La costituzione dell’ Istituto di Formazione e Ricerca.

Un nostro breve commento personale. Si è riprodotto in piccolo quanto sta avvenendo a livello nazionale. La prossimità dell’elezione del Presidente nazionale ha inquinato un atto di rilevante importanza, quale la ridefinizione, dello Statuto impedendo una analisi seria e meditata delle proposte apportate. Ci auguriamo che, superata l’Assemblea ordinaria si possano riprendere le proposte che toccano aspetti molto importanti della vita della Federazione.

dsc01639 2

 

Il convegno internazionale.

Con Franca abbiamo partecipato ai primi 2 giorni del Convegno, restando ammirati innanzi tutto per la qualità dell’accoglienza nello splendido Palazzo Ducale. La parte musicale è stata  di  qualità elevatissima sia per  la partecipazione di artisti di assoluto valore internazionale quali Andrea Bocelli e Katia Ricciarelli che per i talenti messi in evidenza dalle orchestre Filarmonica di Lucca e dell’Istituto Luigi Boccherini che hanno accompagnato giovani cantanti lirici di valore quali il tenore brasiliano Max Jota (nella foto con la nostra socia Franca).

Lucca ha veramente dimostrato di meritare la richiesta all’UNESCO di essere qualificata quale “Città della Musica” non solo per la sua tradizione incarnata da musicisti illustri quali Puccini, Boccherini, Catalani, ma per l’amore per la musica che ancor oggi si evidenzia in modo diffuso e part

ecipato nella vita della città.

img 0635 2

La Conferenza internazionale  della WFUCA  su “ Il linguaggio universale della musica e dell’arte per un’etica globale” è stato di altissimo livello. La partecipazione multicolore di 50 paesi sparsi per il mondo, la qualità degli interventi, la notorietà degli ospiti hanno reso indimenticabile l’evento.

Nella lectio magistralis introduttiva, il Prof. Puglisi, Presidente della Commissione Nazionale Italiana UNESCO, ha   presentato il tema del Convegno e, attraverso una analisi destrutturata del linguaggio, partendo dal mito ovidiano di Orfeo , percorrendo i secoli con la descrizione delle varie espressioni artistiche e musicali, ha dimostrato che il linguaggio universale è proprio solo della musica e delle arti figurative e che sono quindi i migliori strumenti per la diffusione del messaggio di pace dell’UNESCO. Ha infine proposto un maggiore e più proficuo patto di amicizia con il Club così che l’UNESCO possa proseguire nella sua missione, anche ora che i finanziamenti degli stati si sono ridotti, facendo particolare riferimento alla sospensione degli stessi da parte degli USA  dopo l’ammissione della Palestina. Ci auguriamo che il testo dell’intervento venga diffuso per potere apprezzare compiutamente la complessità e la compiutezza dell’esposizione.



Sono seguiti talk show, coordinati dal conduttore televisivo Alan Freidman, con la partecipazione di personaggi internazionali nel settore della politica, dell’UNESCO e 
dell’arte (oltre ai citati cantanti lirici, è intervenuta anche Carla Fracci e il maestro Herbert Handt) sono ridotti, facendo particolare riferimento alla sospensione degli stessi da parte degli USA  dopo l’ammissione della Palestina. Ci auguriamo che il testo dell’intervento venga diffuso per potere apprezzare compiutamente la complessità e la compiutezza dell’esposizione.

dsc01637 2

dsc01620 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                Di grande interesse sono stati anche i 2 dei 4 Workshop di domenica cui abbiamo separatamente partecipato. I temi erano i seguenti:

-Etica e territorio
-Etica, arte e cultura
-Etica, economia e sviluppo sostenibile
-Etica e musica.

In conclusione non possiamo non esprimere la piena soddisfazione per aver partecipato ad un evento che, al di là delle difficoltà registrate nell’Assemblea straordinaria, ha dimostrato la vitalità e le enormi energie potenziali che i Club UNESCO hanno e il respiro  internazionale della loro azione che spesso viene dimenticata nell’attività del singolo Club.

Ferdinando e FrancaTempesti 

 dsc01654 2