Congresso “Il Centenario della Grande Guerra”

Posted on Posted in Centenario della "Grande Guerra", Senza categoria

QUALCOSA DI PIU’ DI UN ANNIVERSARIO

IL CENTENARIO della GRANDE GUERRA 1914/1918

Giornata di studio organizzata dal CLUB UNESCO DI CUNEO

Venerdì 21 marzo 2014 presso il CENTRO INCONTRI DELLA PROVINCIA

 

cng 2103 01 

300 studenti delle ultime classi degli Istituti Secondari Superiori, guidati dai loro insegnanti, hanno gremito le sale di rappresentanza del Centro Incontri della Provincia per riflettere su di un evento di grande importanza storica di cui ricorre il Centenario, l’inizio della GRANDE GUERRA MONDIALE.

 

cng 2103 03

Un ringraziamento particolare,

cng 2103 02desat

al Bersagliere Mario Iraldo

Presidente dei combattenti e reduci di Cuneo,

che il prossimo novembre festeggerà i 100 anni!

Il Club Unesco di Cuneo che, da oltre un cinquantennio, persegue l’educazione civica e sociale dei giovani, ha rivolto agli studenti che stanno per concludere gli studi liceali, l’invito a commemorare l’evento del Centenario per rendersi conto delle cause, delle conseguenze, delle ripercussioni geopolitiche e di una pagina di storia che ebbe tragiche conseguenze anche sul nostro territorio.

 

cng 2103 04

Qualcosa di più di una Commemorazione formale, cioè una riflessione seria e documentata di avvenimenti lontani nel tempo da cui trarre insegnamento per il presente.

I giovani hanno dimostrato di capire il significato della manifestazione presenziando volontariamente ai Corsi preparatori svoltisi nelle rispettive scuole e partecipando con esemplare attenzione alla GIORNATA di STUDIO del 21 marzo in cui sono state svolte.

Le Lezioni Magistrali dei Docenti universitari proff. Romain Rainero, Edoardo Greppi e dello storico Gerardo Unia

cng 2103 06cng 2103 10

hanno inciso profondamente sul numeroso e attento pubblico perché hanno dimostrato, dati alla mano, quanto sia deprecabile il ricorso alla guerra per dirimere le controversie internazionali, come nessuna guerra possa definirsi giusta e legittima, perché fa insorgere nell’animo umano, indicibile sete di barbarie, di crudeltà e di morte. I presenti hanno dimostrato di aver capito il significato del severo ammonimento dell’UNESCO: “nel cuore degli uomini nascono le guerre, nel cuore degli uomini dobbiamo edificare le barriere della pace”

 

cng 2103 07

Non sono mancati momenti di commozione quando due studenti del Liceo Scientifico di Cuneo, hanno dato lettura del “TESTAMENTO” del Tenente Artigliere Dario EYDALLIN, medaglia d’argento al valor militare, morto a 20 anni, insieme con quella coraggiosa generazione denominata “i ragazzi del 99″.

Erano presenti, memori e commossi, i cugini del caduto giunti appositamente a Cuneo per partecipare all’indimenticabile ricordo.

Gli allievi del Liceo Musicale di Cuneo hanno eseguito, sotto la guida del Direttore Bechis, nostalgici canti di guerra e, alla fine, l’annuncio checng 2103 08

il Club Unesco di Cuneo intende proseguire il Progetto commemorativo, nel prossimo anno scolastico, l’anno che vide l’entrata dell’Italia in guerra e l’inizio dell’inutile strage.

Maria Boella Cerrato

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *